UNITI IN UN WEB PIU’ SICURO

“INSIEME PER UN INTERNET MIGLIORE”

Il giorno 08/02/2021, ogni classe della scuola secondaria di primo grado” M.L. Patrizi “ha partecipato ad una videoconferenza sul cyberbullismo, più in particolare sul tema delle fake news e del Grooming (adescamento online). Sono intervenuti esperti di varie località italiane, appartenenti all’Associazione nazionale dipendenze tecnologiche GAP- cyberbullismo,DiTe.

L’esperto Lorenzo Brocchini  ha parlato del Safer Internet Day 2021, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado e  della  Legge 71/2017, che è nata per un triste evento: la  morte (suicidio) di Carolina Picchio. Questa ragazza si trovava ad una festa ed aveva esagerato con l’alcool. Alcuni ”amici” avevano approfittato di lei sessualmente e successivamente hanno pubblicato in rete un video. Carolina ha voluto porre fine alla propria vita, a causa degli insulti e degli apprezzamenti nei suoi riguardi. Ha lasciato una lettera al padre dicendo: “Le parole fanno più male delle botte”.

Nel ricordare questo episodio, gli alunni sono rimasti profondamente colpiti nel vedere come una vita così giovane possa essere spezzata: un paese dei balocchi può diventare un inferno. Il digitale è un valido strumento, ma può trasformarsi in un’arma letale. “Bisogna avere consapevolezza  di sé per non essere utilizzati dagli altri”, queste le parole del moderatore.

FAKE NEWS:COME RICONOSCERLE?

La dott.ssa Tiziana Manigrasso di Brescia  ha spiegato come riconoscere le fake news mostrando delle azioni da applicare, come ad esempio:

  • Leggere tutto l’articolo
  • Guardare il nome del sito
  • Confrontarsi con amici e genitori
  • Capire chi è l’autore dell’articolo
  • Capire se quello che leggiamo è un fatto o un‘opinione
  • Guardare la data di pubblicazione dell’articolo

Quando noi leggiamo possiamo interpretare il contenuto tramite due modalità:una  veloce e una  lenta.

MODALITA’ VELOCE: Se il contenuto (articolo) ci interessa, tendiamo a crederci, mentre se il contenuto non ci piace, tendiamo a non crederci.

MODALITA’ LENTA: E’ quella da utilizzare perché consiste nel leggere lentamente e riflettere sull’argomento e quindi leggere non solo le prime righe o la parte che ci interessa.

Il confronto  con gli altri è molto importante, così come scambiarsi le opinioni. Nella condivisione online possiamo essere facilmente influenzabili perché entrano in gioco  sia la nostra mente che le nostre emozioni.

Quando leggiamo le fake news, possono presentarsi “4 emozioni principali”:

La prima è la gioia che ci porta a condividere. La seconda è la tristezza, che ci porta a condividere per sentirci meno soli. La terza è la rabbia che non ci fa discutere. Per ultima è la paura, la più potente, che ci fa condividere per sentirci meno impauriti, per aggrapparci a qualcosa.

GROOMING (ADESCAMENTO ONLINE)

Gli adescatori sono persone adulte,che attaccano i giovani, che essendo piccoli, sono più indifesi. Purtroppo, la maggior parte delle volte, cercano dei contatti sessuali con le vittime.

La dott.ssa KettiChiappa  ha riferito quali sono le fasi del Grooming:

Il malintenzionato all’inizio fa la scelta della vittima. Poi, parlando ed interagendo con essa, ottiene la fiducia della vittima e subito dopo cerca di isolarla, per poi continuare facendo diventare la relazione intima e mantenere il controllo.

CHE COSA CI RUBANO I SOCIAL?

I social ci attraggono, ma allo stesso tempo ci rubano:

1) il contatto con noi stessi

2)i luoghi fisici di incontro

3)il tempo, la vita reale.

I social possono rappresentare la fuga dalla realtà, ci fanno apparire e  non vivere per noi stessi, per cui tutti dobbiamo prestare molta attenzione quando navighiamo nel web per i vari rischi! Il rischio di Overflow con troppi stimoli sulle menti e sui cuori non preparati.

“Prima di postare- di condividere, pensa”  perché non ci pentiremo mai di avere fatto una cosa giusta ma di avere fatto una cosa sbagliata.

Il numero verde per qualsiasi esigenza è: 80077960 o info www.dipendenze.com

Scritto da:
AURORA DONNO, ANGELA LAPERUTA, ALESSANDRO SPRECACE’        2D

Potrebbero interessarti anche...