Alimentazione e sport

 

Venerdì 19 Dicembre 2019, le classi 2°D e 2°A della scuola Patrizi si sono recate nell’aula video, dove le aspettava il dottor Luigi Silvestri per una lezione sull’alimentazione e lo sport.   I ragazzi hanno assistito a un’interessante ed istruttiva lezione, durante la quale hanno imparato la corretta alimentazione da seguire e l’importanza dell’attività fisica. Il dottore ha trattato il tema dell’obesità: fattore aumentato negli ultimi 50 anni, dovuto a un ambiente obesogeno: pieno dei cosiddetti cibi spazzatura; sono cibi ricchi di zuccheri, conservanti e coloranti, che favoriscono solo l’economia.

I ragazzi tendono ad avere una vita sedentaria che li porta ad aumentare di peso: il grasso si accumula nelle cellule del tessuto adiposo che producono una sostanza che infiamma. L’intestino è strettamente collegato con il cervello e filtra le sostanze necessarie all’organismo.  I batteri sulle pareti dell’intestino proteggono la salute del nostro corpo e influenzano il nostro umore. Essi si nutrono di fibre intestinali e soffrono quando incontrano alcol e zucchero, troppi zuccheri danneggiano l’attività celebrale e i batteri presenti nell’intestino. Gli alunni hanno appreso che il cervello influenza l’alimentazione attraverso la pubblicità, che convince anche gli adulti. La dieta più corretta da seguire è quella Mediterranea, costituita principalmente da prodotti freschi e di stagione come olio, frutta, verdura, legumi, pasta, patate, cereali, olive, pesce, carne bianca, noci e poche uova, latticini, carne rossa, vino, salumi. La dieta vegana è estrema perché la carne e il pesce sono importanti tanto che in passato hanno sviluppato il nostro cervello.

Il dottore ha parlato poi dei cambiamenti alimentari: il nostro DNA non è abituato ai cibi che ci fanno ingrassare, cioè ricchi di zuccheri grassi. In antichità l’uomo scoprì i cereali, grazie ai quali le condizioni di vita migliorarono e non ci furono più carestie. Dopo la Seconda Guerra mondiale il cibo iniziò ad essere distribuito lontano dal luogo d’ origine. I grassi benefici per il nostro corpo sono contenuti principalmente nell’ olio, quelli dannosi invece si trovano in quelli di origine animale e vengono utilizzati solo per la conservazione; ci deve essere un equilibrio tra i grassi. Per seguire una buona alimentazione, bisogna assumere proteine, vitamine, grassi insaturi e carboidrati.Dobbiamo essere attenti ai prodotti che acquistiamo perché potrebbero essere inquinati, dobbiamo invece acquistare cibi con pochi ingredienti, perché sono più sani.  Molti alimenti di origine animale provengono da allevamenti intensivi, quelli di origine vegetali potrebbero contenere diserbanti ed è meglio acquistare prodotti bio. Alcuni alimenti come le patatine contengono l’acrilamide: una sostanza cancerogena, nella frutta ammaccata c’è la patulina: una sostanza nociva e nel Crodino i coloranti. Il frutto più pulito è l’avocado mentre quello più inquinato sono le fragole. La perfetta lista della spesa contiene: frutta, verdura, pesce, carne, legumi, spezie, cereali, uova, latte, formaggi, olio e frutta secca, non devono essere presenti arachidi, bevande zuccherose e succhi di frutta.

Lo sport è curativo come una medicina, si deve fare esercizio fisico oltre che dormire le giuste ore per prevenire l’obesità.

Gli alunni hanno assistito ad una lezione istruttiva e interessante.

Tags:

Scuola Patrizi

Scritto da:
 Angelica C. e Ilaria T. , cl 2D   

Potrebbero interessarti anche...