“CARNEVALE … IN TESTA”

“A Carnevale ogni scherzo vale” e così, per un giorno, ci siamo presi gioco noi di questo brutto “mostro”.

La pandemia di coronavirus, che quest’ anno ha condizionato tutte le feste con le sue restrizioni e divieti, non ha risparmiato neppure il Carnevale, ma non è riuscita a spegnere la nostra voglia e l’entusiasmo di vivere allegramente questa occasione.

Così, nella Scuola Primaria “B. Gigli” si è dato il via alla prima edizione del “Carnevale … in testa“. Non potendoci sbizzarrire nel truccare il viso per via di quell’odiosa mascherina, si è deciso di dare sfogo alla fantasia mettendo qualcosa di buffo o di speciale sulla testa : un cappellino, delle strane orecchie, un’ acconciatura particolare …

I ragazzi della V B hanno accolto con entusiasmo l’idea scegliendo come filo conduttore per le loro teste mascherate quello della storia di Roma.

Quindi, grazie alla fantasia, alla creatività e alle abili mani delle mamme, un semplice cartoncino dorato è stato sapientemente trasformato in tante foglie d’ alloro intrecciate in una bella coroncina, mentre valorosi centurioni mostravano con orgoglio il loro elmo e delicate matrone sfoggiavano eleganti acconciature dai morbidi boccoli.

Così agghindati, i bambini hanno dapprima sfilato nel chiostro e poi, guidati dalle insegnanti, approfittando della bella giornata, hanno fatto una piacevole passeggiata nel centro storico di Recanati.

Durante il giro turistico la V B si è “gemellata” con la V A della L. Lotto, per la gioia dei bambini e delle maestre, instaurando un clima festoso, portando vita e colore per le vie un po’ spente della cittadina leopardiana.

A Palazzo Venieri li aspettava una gradita sorpresa, una guida speciale tutta per loro : il professore del liceo “G. Leopardi”, Paolo Marconi, che li ha sapientemente accompagnati dapprima a scoprire i segreti del palazzo storico e dei suoi giardini,  poi a Piazza G. Leopardi e infine, a Monte Volpino, sulle tracce del ghetto ebraico.

Davvero un “Carnevale … in testa“, che ha fatto  “frullare“ emozioni, idee e interessi nelle teste dei nostri bambini.

 

 

Scritto da:
LE INSEGNANTI DELLA V B Canullo Lucia - Carella Lucia - Ficosecco Michela

Potrebbero interessarti anche...