“Che bello maestre, questo è il Carnevale più bello di tutti!””

Marzo pazzerello non si è fatto attendere e ha cominciato proprio con la festa più divertente dell’anno, che ha stemperato per un po’ alcune preoccupazioni più o meno evidenti nei bambini in questi giorni così strani, che nessuno mai avrebbe pensato possibili. Il palco è quello del chiostro con lo sfondo la Torre del Passero Solitario, i protagonisti sono gli alunni e le alunne della scuola primaria “B. Gigli”, le maschere…quelle di Carnevale, s’intende! Maschere, ma quali? Chiaro, quelle costruite dai bambini e dalle bambine nei giorni precedenti; il copione, una sfilata in maschera con temi la storia che si studia a scuola e le storie di principi e principesse, di animali, magari parlanti; musiche di quelle che danno energia!. Il pubblico coincide con gli attori, che si scambiano i ruoli,  tutti si divertono e si applaudono reciprocamente, ma se vale ancora il detto “A Carnevale ogni scherzo vale ” ecco,  scende all’improvviso una lieve pioggerellina dal cielo, che a guardar bene è… neve!!! Poco importa che abbia una breve durata, tanto  basta per far sembrare il “Carnevale nel chiostro” un Carnevale magico. “Che bello maestre, questo è il Carnevale più bello di tutti!” parola di bambini.

Scritto da:
Cristina Menichelli

Potrebbero interessarti anche...