Dal cortile della scuola: il merlo di Pittura

Cip cip!

La scuola questa mattina è stata rallegrata da un cinguettio stridulo, ma pur sempre allegro. Mentre noi bambini siamo costretti a casa dal Covid-19, un ospite speciale è planato nel cortile della nostra scuola primaria di Pittura del Braccio… un graziosissimo merlo!

È l’ultimo giorno di scuola prima delle vacanze di Pasqua e, come sempre, siamo immersi in una delle interessanti lezioni in DAD quando…cip cip! Che sorpresa!

 La maestra ha avvicinato alla telecamera del computer un merlo!

 È elegantemente seduto in una piccola e lussuosa voliera bianca dotata di un contenitore per i semini e di una tazzina per l’acqua. C’è anche un bastoncino per permettergli di dondolare!

 Superata l’emozione iniziale, ci siamo adoperati per trovargli un nome: lo abbiamo chiamato “Merlino”.

È un maschio perché ha il becco arancione, a differenza delle femmine che lo hanno marrone. Presenta un piumaggio quasi completamente nero come il carbone ed è lungo circa 20-25 centimetri. I suoi occhi sono di un giallo acceso tendente all’arancione e appaiono altamente inquietanti; il suo sguardo, infatti, è un pochino macabro e spaventoso. Le sue zampe, piccole e squamose, sono brune e dotate di artigli ben affilati.

Purtroppo Merlino ha una zampetta spezzata e, stamattina, è stato steccato dai nostri bidelli Flavio e Francesco. Durante l’intervento, Flavio teneva immobilizzato l’animale mentre Francesco lo fasciava.

 Speriamo proprio che si riprenda in fretta dall’intervento, così da poter riprendere il volo nel suo ambiente naturale. Abbiamo scoperto infatti che il suo habitat è il bosco, ma si adatta a vivere in ogni luogo.

 L’arrivo di Merlino ha suscitato la nostra curiosità e siamo andati a ricercare informazioni sul suo conto. Dalle ricerche è emerso che il merlo è un animale onnivoro e si ciba principalmente di frutta, bacche e piccoli invertebrati.

 La cosa che però ci ha colpito di più è la sua capacità di imparare con facilità qualsiasi melodia, che ama “fischiettare” sistemandosi sulla cima di un albero.

Grazie Merlino per aver davvero rallegrato la nostra video-lezione e soprattutto per averci permesso di apprendere, divertendoci!

GLI ALUNNI DELLA CLASSE 5^ A

SCUOLA PRIMARIA

PITTURA DEL BRACCIO

Scritto da:
GLI ALUNNI DELLA CLASSE 5^ A SCUOLA PRIMARIA PITTURA DEL BRACCIO

Potrebbero interessarti anche...