LA SCUOLA CHE VORREI A SETTEMBRE

Caro dirigente,
anche noi bambini della classe II B abbiamo ragionato insieme alle nostre maestre su come poter realizzare il nostro desiderio di tornare in classe. Mai ci saremmo immaginati, prima di questa emergenza che ci ha chiusi in casa, di volerci impegnare su come poter ritornare a scuola, dato che la maggior parte di noi, quando la scuola era aperta, non vedeva l’ora di sentire il suono della campanella per uscire!
Ma in questo periodo ci sono tanto mancati i nostri compagni, con i quali talvolta si litigava anche, le nostre maestre, che a volte risultavano noiose; i bambini delle altre classi; Stefania ed Andrea, che , quando incrociavano i nostri sguardi, avevano sempre un sorriso o un occhiolino da regalarci.
Perciò, abbiamo un po’ di suggerimenti da proporle; molti sono già contenuti nelle leggi che abbiamo anche noi avuto modo di conoscere alla tv o parlandone in famiglia, ma di sicuro alcuni sono veramente originali.
Eccoli tutti qua :
– si esce e si entra uno alla volta;
– bisogna disinfettarsi le mani ;
– si indossa la mascherina (ma questa cosa non ci piace tanto);
– un robot passa tra i banchi a correggere i compiti;
– si gioca fuori una classe alla volta e si fanno giochi nei quali si mantiene la distanza, per esempio “le biglie”;
– i bidelli ci portano il pranzo in classe, oppure ognuno porta il suo pranzo da casa;
– si esce prima o si fa scuola soltanto al mattino.
Un’ultima cosa Dirigente: ci piacerebbe ritornare a scuola e avere la possibilità di imparare e di crescere in un ambiente certamente sicuro, ma dove poter giocare, sperimentare, creare con le nostre menti e con il nostro corpo tutto quello che in questi mesi ci è stato impedito.
Siamo certi che farà di tutto per accontentarci! Grazie e …un abbraccio forte da tutti noi!

Loresa, Arya, Leonardo, Verona, Suramya, Jacopo, Lerina, Nour, Jacopo, Emanuele, Paola, Tommaso, Ivan, Sara, Tommaso.

Scritto da:
Maestre Fuselli C.- Mirate R.

Potrebbero interessarti anche...