Un ringraziamento ai messaggeri d’Europa

La scuola secondaria di primo grado “M. L. Patrizi” da un paio di anni si è arricchita della pregevole collaborazione di giovani Volontari Europei  del Centro culturale Fonti San Lorenzo. La contiguità fisica del Centro ha favorito il nascere di una collaborazione che via via è andata articolandosi in forme varie e inizialmente impreviste: tra queste si colloca  il ciclo d’incontri riguardante l’Unione Europea che nei mesi di novembre e dicembre ha coinvolto gli alunni e le alunne delle cinque classi seconde. Giovani Volontari e Volontarie Europee, che hanno scelto di vivere per un periodo della loro vita a Recanati attratti dalla progettualità del Centro Fonti San Lorenzo, hanno condotto gli studenti e le studentesse a rafforzare le loro conoscenze sull’Unione Europea, a riflettere sui principi e le finalità che essa si prefigge, a conoscere aspetti storici, culturali e naturalistici della Francia e del Portogallo e a febbraio sarà la volta della Spagna. I Volontari e le Volontarie hanno in sostanza ripercorso i valori fondanti della cittadinanza europea a partire dal racconto in prima persona dei loro Paesi di provenienza. Le attività, sapientemente orchestrate e strutturate, hanno previsto gare, giochi, quiz,  lavori di gruppo, produzione di cartelloni, condivisione di riflessioni, discussioni su questioni calde.

Gli incontri si sono svolti nelle aule  e nell’ampio spazio del piano terra dell’ Istituto denominato dai ragazzi “Sotterfugio”, adattissimo  per accogliere i momenti più dinamici e movimentati delle attività e oramai condiviso con il Centro Fonti San Lorenzo.

Gli studenti e le studentesse della Patrizi hanno respirato l’Europa e si sono sentiti parte di questa Comunità, mettendo a verifica le loro conoscenze e scoprendo notizie e informazioni nuove. Le proposte dei giovani Volontari Europei hanno nutrito la loro naturale voglia di scoprire il mondo, specie quello più lontano, che improvvisamente si è fatto prossimo. L’ Unione Europea da conoscenza astratta è diventata una presenza concreta, incarnata nei volti e nelle voci dei giovani e delle giovani ospiti, che, con i loro progetti e i loro sogni, hanno dimostrato tangibilmente le opportunità offerte dalla mobilità europea e il loro entusiasmo nel vivere un’ esperienza conoscitiva e formativa in Italia, gettando  ponti tra i loro Paesi e il nostro.

Come cittadine ed educatrici ringraziamo i messaggeri d’ Europa: Maeva Mons, José Generoso, Doriane Caudart, Sara  Mendes. E naturalmente ringraziamo il Centro Fonti San Lorenzo, luogo in cui fioriscono e si moltiplicano le energie del quartiere, senza il quale nessun volontario europeo sarebbe forse venuto a Recanati.

Scritto da:

Le docenti Francesca Senigagliesi, Giuliana Licchiello, Catia Piccinini, Alessandra Moschini

Scritto da:
Francesca Senigagliesi, Giuliana Licchiello, Catia Piccinini, Alessandra Moschini

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.