Friday for Future: le parole d’ordine del movimento

Il 28 settembre 2019 in tutto il mondo i ragazzi del Friday for Future hanno manifestato contro la crisi climatica in corso, il giorno precedente alcune testate giornalistiche hanno annunciato l’evento; in occasione della settimana di Libriamoci, dall’ 11 al 16 novembre 2019, in tutte le classi seconde della scuola Patrizi di Recanati gli alunni delle terze hanno letto l’articolo del 27 settembre “Da Agire subito a Zero emissioni le parole d’ordine del movimento” (da La Repubblica), che spiega il Friday for Future, introducendone un concetto per ogni lettera dell’alfabeto.

 

B- come Pianeta B: non esiste un pianeta di riserva; la terra è la sola nostra casa e va protetta. 

F- come Futuro: i giovani accusano gli adulti di aver rubato loro il futuro, sfruttando le risorse della terra senza preoccuparsi del domani.

G- come Greta: colei che è il punto di riferimento del movimento dei giovani in tutto il mondo; con il suo sciopero ha sensibilizzato le nuove generazioni alla salvaguardia del pianeta.

H- come H2O: i ragazzi lottano contro l’uso irrazionale delle risorse idriche, infatti se da un lato è raddoppiata la domanda di acqua, dall’altro le riserve idriche stanno finendo in ben 17 Paesi del mondo. 

M- come Meno: per salvaguardare la salute del pianeta bisogna ridurre, consumare meno.

O- come Oceani: se non si prendono provvedimenti le acque del mare si alzeranno di 7 metri, inoltre verrà distrutta la loro biodiversità.

P- come Panico: Greta vuole che gli adulti vadano nel panico come lei che ha paura tutti i giorni delle conseguenze dell’attuale crisi climatica.

Q- come Quando?:  è la domanda che i giovani pongono agli adulti perché vengano presi sul serio i loro appelli.

 

R- come Ricerca: Greta chiede ai giovani e soprattutto ai politici di credere nella ricerca e nelle pubblicazioni degli scienziati che lanciano l’allarme.

U-come Umanità: se non ci si prende cura della Terra si rischia di perdere l’umanità ovvero si rischia una vera e propria estinzione di massa.

V-come Venerdì: il venerdì è il giorno dello sciopero, è scelto dai giovani come giorno di protesta globale.

 Z- come Zero emissioni: l’obiettivo dei giovani è azzerare le emissioni già nel 2050, anche se questo risultato non basterà.

 

Gli studenti e le studentesse delle classi seconde hanno dichiarato in un questionario di aver apprezzato l’iniziativa che ha permesso loro di comprendere meglio la realtà in cui vivono e di cui sentono parlare, in particolare di capire qualcosa in più del movimento Friday for Future. Hanno inoltre affermato di voler continuare a svolgere attività con i giornali e con gli studenti più grandi.

Scritto da:

Giulia M., Vanessa M.

Potrebbero interessarti anche...