La chiesa ortodossa: un’intervista

In un mondo globalizzato sempre più culture diverse entrano in contatto e dialogano, così avviene anche nella scuola, dove un gruppo di alunne dell’Istituto Patrizi ha intervistato una mamma di origini russe, intendendo con ciò approfondire la conoscenza di un argomento del nostro presente ma incontrato studiando la storia medioevale: la nascita della Chiesa Ortodossa.

La Chiesa Ortodossa nasce nel 1054, con lo Scisma d’Oriente, quando papa Leone IX e il patriarca Michele Cerulario si scomunicarono reciprocamente.

COME SI PRESENTANO LE CHIESE ORTODOSSE?

La Chiesa Ortodossa, come quella Cattolica, dispone di molti luoghi di culto e chiese, di cui alcune più famose e belle di altre, come la Basilica di San Basilio situata a Mosca; ogni chiesa nazionale ha un valore indipendente rispetto alle altre chiese e, nell’ambito della propria fede, gli edifici religiosi presentano caratteristiche peculiari accanto ad alcuni tratti ricorrenti.

 La chiesa ortodossa è strutturata a forma di cupola, dipinta con colori più accesi e vivaci in confronto alle chiese cattoliche; l’interno è molto grande come lo stesso la struttura esterna. E’ decorata internamente con colori vivaci, solitamente dorati, che hanno un valore simbolico per la chiesa. Vi sono molti mosaici raffiguranti Santi.Essa è priva di panche su cui sedersi.

QUALI SONO LE PREGHIERE E RITI PIU’ IMPORTANTI?

 Nella chiesa ortodossa vi sono anche riti importanti, ma tra i riti voglio ricordare le preghiere più importanti e celebrative: Padre Nostro, Ave Maria, Atto Di Dolore, Angelo Di Dio…, come ogni preghiera cattolica. Ecco un esempio di preghiera recitata con il movimento del corpo: “Padre, Figlio, Santo, Spirito, Amen

NELLA CHIESA ORTODOSSA CI SI CONFESSA PRIVATAMENTE O IN PUBBLICO? QUALI SONO I PECCATI CONSIDERATI PIU’ GRAVI? 

Nella Chiesa Ortodossa ci si confessa, solitamente, privatamente per essere più liberi di parlare dei propri punti di vista, aspettative, ma anche dei propri peccati. Nella chiesa ortodossa  sono sette i peccati più gravi derivanti dal non rispetto dei precetti religiosi, ad esempio non uccidere, non rubare, non mentire, non dire bestemmie …                                                                                         

NELLA CHIESA ORTODOSSA VI SONO I SACRAMENTI DELLA COMUNIONE E DELLA CRESIMA? COME SI CELEBRA IL MATRIMONIO? VI E’ IL CATECHISMO?

 La Chiesa Ortodossa amministra il Battesimo e nella stessa cerimonia subito dopo sono impartite sia l’eucarestia che la Cresima. Diversamente dalla religione cattolica, non c’è il catechismo. Oltre a queste differenze ricordiamo che i sacerdoti si possono sposare e le loro donne pure lavorano e gestiscono la chiesa. Il Patriarca, i monaci, invece non si possono sposare. Il matrimonio pur essendo sacro, ammette il divorzio e ci si può risposare. La fede al dito si porta nella mano destra. Solitamente è il prete che legge la Bibbia .

LE FESTE RELIGIOSE SONO LE STESSE DELLA RELIGIONE CATTOLICA? COME SI FESTEGGIANO?

Le feste religiose, solitamente, sono molto sentite e si festeggiano nei migliori dei modi, come avviene per quelle cattoliche, rispetto alle quali però vi sono alcune diversità: il Natale viene celebrato il 7 di Gennaio, ma i festeggiamenti partono già da dicembre, con banchetti vari che si fanno nella chiesa.

 Un’ altra festa importante è la Pasqua, ma quest’ ultima viene celebrate in un giorno e un mese diversi ogni anno, cade la prima domenica dopo la prima luna dell’equinozio di Primavera e solo a volte coincide con la Pasqua cattolica. Secondo la tradizione si colorano delle uova di gallina, utilizzando bucce di cipolla color rosso acceso; sono diffuse anche le uova di cioccolato. Altre feste come l’ Epifania o la Pasquetta, non esistono.

Angelica B., Giulia C., Sonia P., Margherita T.

Potrebbero interessarti anche...