Una bellissima gita tra natura e tradizioni

Gli alunni delle classi terze della Scuola Media Patrizi da poco hanno svolto la fatidica gita di terza media: dal 3 al 5 Maggio sono stati ospiti del Parco Nazionale dei Monti Sibillini insieme ai loro mitici ed avventurosi proff.

Il 3 Maggio, con una condizione meteo avversa caratterizzata da pioggia a catinelle, sono partiti alle ore 7:30 dal piazzale antistante la scuola senza riuscire più a contenere la gioia e, dopo circa due ore di viaggio, tra canti, scherzi e giochi sono arrivati al Centro Rafting a Biselli di Norcia.

Le classi, ormai impazienti, si sono divise in due gruppi: il primo ha compiuto una breve escursione lungo le rive del fiume Corno dove gli sono state illustrate le varie caratteristiche idrografiche e dell’ambiente fluviale, anche prendendo dei caratteristici organismi acquatici che danno prova delle buone condizioni del fiume e il secondo gruppo, dopo aver indossato l’attrezzatura, si è preparato per fare rafting.

Con il gommone si sono avventurati tra rocce, vegetazione di ogni tipo e acqua a più non posso dal fiume e dal cielo; talvolta i ragazzi venivano colpiti dai rami, ma aloro ciò non importava, erano troppo presi dal voler arrivare per primi.

Il percorso si è concluso con una discesa mozzafiato dove si sono bagnati tutti!!

In seguito i due gruppi hanno invertito le attività, per poi recarsi in albergo per cenare.

Il giorno seguente li attendevano ancora notevoli difficoltà da superare ma anche emozioni da condividere con i compagni.

Dopo un risveglio forzato, impazienti come non mai, sono andati al lago di Fiastra a svolgere innumerevoli attività; prima di tutto hanno avuto la lezione di cartografia per poi essere pronti a svolgere l’attività di orienteering: muniti di una cartina hanno cercato delle lampade in mezzo a dell’erba altissima e, così anche nel secondo giorno come nel primo, si sono bagnati ed infangati tutti.

Subito dopo l’orienteering hanno fatto una veloce prova di tiro con l’arco in cui alcuni studenti si sono distinti per la loro destrezza e altri, invece, hanno mancato tristemente il bersaglio.

Dopo un veloce pranzo al sacco hanno dimostrato le loro abilità nel percorso avventura: muniti di moschettoni, carrucola e caschetto, si sono spostati di ramo in ramo con svariati ostacoli da superare e paure, per poi giungere a una teleferica mozzafiato di 120 metri in cui si sono lanciati coraggiosamente per attraversare l’intero lago!!!

 Alla fine di una giornata così intensa e ricca di emozioni i ragazzi hanno concluso la serata con una rilassante passeggiata nella vicina Foligno dovesono stati accolti da una miriade di profumi e colori provenienti dalle bancarelle presenti nel centro storico e con grande felicità hanno cominciato ad “esplorare” la città.

Il terzo giorno è stato più rilassante: le scolaresche hanno visitato il Museo di Arti e Mestieri di Bevagna in cui sono stati travolti da una miriade di informazioni su come era difficile nel lontano Medioevo la produzione di beni, oggi di uso comune: carta, seta e cera.

Successivamente sono andati alla deliziosa cioccolateria Vetusta Nursia di Norcia: ad attenderli c’era una splendida fontana di cioccolato che è riuscita a risollevarli di morale, consapevoli che a breve sarebbero ritornati a casa.

All’interno del negozio i loro occhi si sono spalancati: c’era una stanza piena di cioccolatini a non finire, di ogni forma e colore, un luogo ideale per acquistare dei souvenir…

Dopo un gustoso pranzo in un ristorante tipico sono ripartiti per Recanati, con un’aria triste, perché erano consapevoli che un’avventura così bella si era appena conclusa.

Ci sono esperienze nella vita di ognuno di noi che rimarranno per sempre avvenimenti da ricordare, momenti indimenticabili. La gita di terza media è per ognuno senz’altro uno di questi. Per tanto tempo l’hanno desiderata e tanto sospirata, ed ora, trascorsa in un soffio, costituisce un’esperienza didattica che conserverannoper sempre ricordandocon nostalgia gli insegnanti ed i compagni con i quali hanno condiviso i loro meravigliosi tre anni di Scuola Secondaria di primo grado.

Leonardo S.

Potrebbero interessarti anche...